Loading...
In Azienda 2017-07-21T09:58:30+00:00

In Azienda

Lungimiranza, autosostentamento, stabilità, ritrovare la direzione dell’inizio.

Partiamo dal team building. Non per “costruire” una squadra, ma per armonizzare le identità. Le persone hanno un potenziale intrinseco che va lasciato esprimere e va condiviso anche nell’ambito lavorativo. Dovrebbero poter agire spontaneamente, per strutturarsi in maniera plastica a seconda del momento e del bisogno. Non costruire quindi, ma comporre in maniera naturale, così da generare metacompetenze da advisory board e rendere l’azienda un agente di cambiamento culturale.

L’acqua, il viaggio, e le tecniche d’integrazione inoltre, sono strumenti particolarmente versatili che si prestano con una certa naturalezza ad essere impiegati anche nel contesto aziendale. Utili nei processi di team building, possono essere altamente strategici anche nei momenti del brainstorming, così come nelle fasi di analisi e decision making.

L’altra questione è la naturale evoluzione: porre all’interno della propria azienda, della propria vita, un proprio desiderio. Farlo comporta una componente di rischio. Eppure ogni azienda deve avere un’anima. Non importa di che colore sia, ma deve averla. Trovarla è ciò che dà il senso e la solidità. Trovarla è ciò che fa la differenza. Quindi le strade per accompagnare il team nel cambiamento sono molteplici, e gli approcci sono mirati ai differenti ambiti in cui è necessario focalizzare l’intervento.